Per partecipare alle videoconferenze fare click sul seguente link (nelle ore indicate):

https://zoom.us/j/4063892650?pwd=T1ZhZmlsOUtPTklFOEI1VmtmNVdTQT09

Se il link non dovesse funzionare copiare l'intera riga nella barra degli indirizzi di un browser.

 

covid

 

SASFAL CGIL (Sostegno Assistenza e Servizio alle Famiglie dei Lavoratori) da anni organizza corsi di recupero e sostegno in varie materie per gli studenti in difficoltà: in media ha seguito ed aiutato circa 160 alunni all’anno, in collaborazione con le scuole di provenienza. Ha firmato Convenzioni di intesa con quattro Istituti superiori di Padova. A causa della pandemia però attualmente l’attività didattica di recupero in presenza è stata sospesa.

PROTEO FARE SAPERE è Associazione Professionale impegnata nella formazione dei docenti e del personale della scuola. Organizza convegni e corsi, specialmente in preparazione dei concorsi.

La scuola è ora vittima del Covid, come tutto il nostro Paese: i nostri ragazzi, dopo essere rimasti senza attività didattica in presenza, in aula, per sei mesi, erano rientrati a settembre con la speranza di riprendere in via definitiva e regolare. Non è andata così, né sappiamo se questa situazione si risolverà a breve.
I docenti delle nostre scuole sono ora impegnati ad assicurare l’apprendimento a distanza. A loro va certamente il nostro ringraziamento e la nostra fiducia.

Tutti a casa, senza sapere quando si tornerà alla normalità. Ma le famiglie vivono questa incertezza con apprensione e preoccupazione, in alcuni casi con viva ansia. Che ne sarà dei nostri ragazzi? Come usciranno da questa eccezionale esperienza di solitudine, privati dei loro professori, compagni, delle aule e dei banchi?
La vita scolastica tradizionale era cosa nota e offriva certezze e gli studenti avevano la loro strategia di approccio. Ora invece? Devono ricrearsi una mappa di sopravvivenza. Devono rivedere i loro rapporti scolastici e sociali. E con essi le famiglie. Quale sarà la loro preparazione? Riusciranno ad affrontare le sfide dell’Università, del mondo del lavoro? Resteranno indietro? Quale futuro?

A queste domande devono rispondere la società, la politica, la scuola, ma ovviamente anche le famiglie, che hanno il compito di guidare ed essere vicine ai figli, improvvisamente a casa, senza l’ambiente classe intorno. Con queste famiglie, più che mai in difficoltà nell’affrontare le nuove sfide, noi vogliamo dialogare, cercando insieme possibili risposte o, almeno, placando la loro ansia.

Abbiamo perciò organizzato questi due incontri di due ore ciascuno con esperti di problematiche giovanili: la prima ora sarà occupata dalla relazione dell’esperto, la seconda ora sarà destinata alle domande dei partecipanti.